L’insalata è veramente un alimento poco calorico? Ecco la risposta

L’insalata è da ormai tanto tempo e da tante persone ritenuto un vero e proprio toccasana per tutti i mali nel corso delle diete. Tutto però già attorno al condimento che si va ad utilizzare su questo ottimo alimento.

Le insalatone difatti sono sempre piene in regimi alimentari controllati ma ve ne sono diverse versioni che sarebbe meglio evitare definitivamente dalla propria dieta. Troviamo poi però delle insalate che posseggono più calorie di un semplice piatto di pasta. Oggi andremo a vedere assieme quali sono le peculiarità di una insalata salubre e dietetica e gli errori da sottrarsi.

Al fine che l’insalata sia ipocalorica è indispensabile che tale racchiuda effettivamente soltanto verdura, al massimo si possono mettere dei pomodori, carote, cetrioli, peperoni cotti o crudi, fagiolini e spinaci. Per condimento molto meglio utilizzare il succo di limone, aceto di vino o di mele o un cucchiaino di olio extravergine di oliva, e niente di più.

L’insalata è veramente un alimento poco calorico? Ecco la risposta

In genere difatti, per dare gusto, quasi sempre vengono introdotti vari cibi come le uova sode, il tonno o la carne a straccetti. Qualche supplemento a livello proteico è ben accetto, basta però non eccedere nelle quantità e specialmente mettere solamente un ingrediente alla volta, cambiandolo di giorno in giorno.

La dieta dell’insalata consente di mutare la propria nutrizione in maniera creativa. Vi sono poi differenti tipologie di insalata che possono armonizzarsi in maniera saporita con ortaggi e frutta secca. Le molteplicità di insalata più utilizzate sono lattuga, iceberg, scarola, rucola e radicchio.

Tutte tali differenti tipologie permettono, in egual misura, di fare il pieno di sostanze nutrienti e vitamine fondamentali per il mantenimento del nostro organismo. Andiamo a vedere adesso i principali benefici dell’insalata. Cominciamo dicendo che quest’ultima filtra l’organismo ed è una grande fonte di acqua e molti meno grassi, rimuove le tossine e le scorie in eccesso. Aiuta a superare la stitichezza: apporta eccellenti fibre.

Ottime per chi soffre di stitichezza cronica.  Possiede poi un grande effetto antiossidante e specialmente le insalate verdi sono piene di vitamina E e C, acido folico, licopene e beta carotene. Sono tali sostanze nutritive che ostacolano l’invecchiamento cellulare, oltre a spingere la circolazione sanguigna.

Possiede anche una grande azione antitumorale come ottima fonte di flavonoidi, un grande aiuto contro la formazione delle cellule cancerogene. In grado anche di sconfiggere la stanchezza e lo stress e ottimo da mangiare regolarmente per l’ottimo contenuto di sali minerali come magnesio, potassio, calcio fosforo oltre alla vitamina B6. Tali ultimi sono utili specialmente nei periodi di debolezza sia fisica che mentale.

Lascia un commento