Zucca: ecco quali sono i benefici per il nostro corpo

La zucca è l’ortaggio ritenuto probabilmente più economico in rapporto gusto/prezzo e possiede poi un profilo nutrizionale davvero totale. Oggi andremo a vedere assieme quelle che sono le importanti caratteristiche delle sue importantissime proprietà nutrizionali, ma anche di quanta se ne può mangiare in un regime di dieta.

Possiamo cominciare dicendo che la zucca cela un cuore pieno di proprietà culinarie e al tempo stesso vantaggiose per il nostro caro organismo. All’esterno presenta una scorza molto compatta e dura, ma dentro è dolce e succosa.

Zucca: ecco quali sono i benefici per il nostro corpo

La zucca è davvero quasi priva di e di effettivi macronutrienti. Però tale ortaggio è davvero ricco di acqua, vitamine specialmente vitamina C e vitamina A, che le dà il particolare colore giallo-arancione e minerali dove troviamo specialmente potassio, importantissimo per il corretto meccanismo di cuore e sistema nervoso.

Oltre ovviamente alla fibra, che regola la sazietà e, pertanto, ci consente di tenere un peso corporeo proporzionato e pertanto di diminuire anche il pericolo oncologico. La zucca pertanto fa bene a tutti, sia grandi che piccolini. Poi, secondo quanto giunto fuori da svariati studi negli ultimi, i benefici per la salute del nostro cuore andrebbero a riguardare specialmente gli uomini.

A questi effettivi studi, se ne legano poi anche altri che hanno evidenziato come l’olio di semi di zucca possa aiutar e in maniera importante la riduzione della pressione arteriosa molto alta e aiutare a difendere contro i danni al sistema cardiovascolare. In una dieta salubre ed equilibrata, in una persona senza peculiari patologie non ci sono controindicazioni a introdurre la zucca nel menù anche tre volte a settimana.

La sola accortezza deve essere posta solamente ai grassi aggiunti in cottura. Nessun effettivo problema, come detto, anche per chi deve purtroppo vivere con fattori di rischio a livello cardiovascolare. Quali, per esempio, l’ipercolesterolemia. Mangiare regolarmente zucca aiuta difatti il mantenimento dei valori bassi di ipertensione arteriosa, glicemia e colesterolo.

La zucca è per di più alquanto indicata per chi pena di stitichezza, di colite e di sintomatologia emorroidaria. Per di più le fibre, così come il suo ampio contenuto d’acqua, sono utili per sentirsi sazi più rapidamente. Una strategia perfetta per evitare di mangiare in maniera sproporzionata. Occhio, infine, all’allergia alla zucca. Non è una delle più ripetitive, tra quelle alimentari.

Ma può mostrarsi, come ormai condiviso dalla comunità scientifica negli ultimi dieci anni. A fare molta attenzione dovranno essere specialmente i genitori di bambini allergici. Per tutti gli altri, anzi, solamente la raccomandazione di avere molta attenzione a possibili segni e sintomi che dovessero apparire dopo aver mangiato la zucca.

Lascia un commento